MiBAC San Michele, Roma

Al fine di tutelare e salvaguardare il patrimonio culturale italiano, il MiBACT si è dotato di una serie di linee guida, normative tecniche, direttive e circolari, strutturate secondo due precise linee strategiche di intervento nei confronti delle calamità naturali

Obiettivo: assicurare una efficace gestione, mitigazione e prevenzione dei rischi, grazie a interventi che riducano la vulnerabilità del patrimonio culturale, con conseguentemente diminuzione dei danni causati da calamità naturali, oltre che una efficace gestione dei tempi di intervento e una pianificazione delle azioni di recupero, salvaguardia e ricostruzione post-evento.

Prevenzione e riduzione dei rischi

Si segnalano di particolare interesse

La direttiva specifica un percorso di conoscenza che guarda all’edificio storico, alla sua complessa vicenda costruttiva, ovvero al rilievo di tutte le vicende che hanno influito sulla fabbrica sino ad oggi, è il punto di partenza indispensabile per un intervento che sia riconducibile nell’ambito della tutela, inteso anche come conservazione di tecniche e materiali.

La circolare – emanata dal Segretariato Generale del MiBACT nell’ambito dei compiti previsti dall’articolo 11 del DPCM 29 agosto  2014, n. 171 – ha lo scopo di confermare e ribadire il principio per il quale si esplica la tutela del patrimonio culturale anche attraverso la “Conservazione della Struttura”, intesa essa stessa come patrimonio di tecniche e materiali.

 

Gestione della fase emergenziale

Queste le direttive che stabiliscono la struttura interna e i compiti degli uffici per la gestione delle attività di messa in sicurezza e salvaguardia del patrimonio culturale in caso di emergenze da calamità naturali.

  • DIRETTIVA 12 dicembre 2013
    Delinea le procedure per la gestione delle attività di messa in sicurezza  e salvaguardia del patrimonio culturale in caso di emergenze derivanti da calamita’ naturali

  • DIRETTIVA 23 aprile 2015
    Aggiorna la precedente direttiva (12 dicembre 2013), relativa alle “Procedure per la gestione delle attività di messa in sicurezza e salvaguardia del patrimonio culturale in caso di emergenze derivanti da calamita’ naturali”

  • DIRETTIVA 12 settembre 2016
    Affina le procedure di rimozione e recupero delle macerie di beni tutelati e di edilizia storica cosi da a renderne più agevole la ricollocazione in fase di ricostruzione

 A seguito del Sisma del 24 agosto 2016, il MiBACT istituisce un gruppo di lavoro per formulare metodologie e tecniche specifiche per la ricostruzione del patrimonio culturale danneggiato dal terremoto che ha colpito il centro Italia. Il risultato è stato reso noto con la seguente circolare:

  • Circolare n. 53 del 22 dicembre 2017
    Linee di indirizzo metodologiche e tecniche per la ricostruzione del patrimonio culturale danneggiato dal sisma del 24 agosto 2016 e seguenti