Arquata del Tronto: il più antico crocifisso ligneo della Regione Marche torna a casa; dedicato al SS Salvatore, è del XIII sec.

Il crocifisso ligneo del XIII secolo della Chiesa della SS Annunziata – il più antico delle Marche – dedicato al SS Salvatore, patrono di Arquata del Tronto, è infine tornato “a casa”. Era rimasto nel paese per ben 600 anni prima che venisse trasportato per motivi di sicurezza, come conseguenza dei danni causati dal Terremoto del Centro Italia, nella Cattedrale di Sant’Emidio ad Ascoli Piceno.

Il Crocifisso dedicato al SS Salvatore – Fonte foto: ANSA

Tenuto al sicuro per tre anni nel medesimo luogo in cui ha trovato riparo anche un altro reperto di grande significato per la comunità locale, la Sindone della Chiesa di S. Francesco di Borgo di Arquata, il rientro del crocifisso è un avvenimento importante per la comunità arquatese.
Un evento che acquista ancor più valore se si considera come sia stato possibile grazie all’azione sinergica delle locali associazioni Arquata Potest e Arquata Futura che, finanziando la realizzazione dell’indispensabile impianto di sicurezza della Chiesa di San Salvatore, hanno contribuito – insieme alla parrocchia e alla Diocesi di Ascoli – a riappropriarsi di un simbolo d’identità importante per la comunità.