L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia – INGV apre sede di ricerca e supporto presso l’Università di Camerino

Il Rettore Claudio Pettinare durante la sua lectio magistralis – Fonte foto: ANSA

E’ stata inaugurata presso la Sezione di Geologia della Scuola di Scienze e Tecnologie dell’Università di Camerino una nuova sede dell’INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia. Direttore sarà Emanuele Tondi, docente dell’università e responsabile dell’attuazione dei programmi di ricerca.

La nuova sede prevede il dislocamento di personale dell’INGV presso l’UniCamdove svolgerà attività di ricerca e di supporto alla didattica mediante la condivisione di laboratori e strumentazioni – e disporrà di un budget annuale per il finanziamento di borse di dottorato, assegni di ricerca e tecnici laureati aggiuntivi.

Alla cerimonia hanno preso parte il rettore Claudio Pettinari, il sindaco di Camerino Sandro Sborgia, il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli e il presidente INGV Carlo Doglioni, che per l’occasione ha tenuto una lectio magistralis.

Per l’INGV – ha fatto notare il presidente Doglioni – “la collaborazione con le Università che condividono gli stessi interessi nelle geoscienze è fondamentale. La città e l’Università di Camerino sono state profondamente martoriate dalla sequenza sismica iniziata il 24 agosto 2016. Anche per questa ragione” – ha sottolineato – “l’Ingv vuole essere vicino e collaborare con questo Ateneo che ha una lunga tradizione di ricerca nell’ambito della geologia dell’Appennino e dei suoi terremoti. La sede di Camerino andrà a rafforzare la presenza dell’INGV nella Regione Marche, area a pericolosità sismica molto alta e che necessita di studi e una rete di monitoraggio e sorveglianza all’altezza delle nuove conoscenze“.

Soddisfatto il Presidente Ceriscioli che parla di “un altro salto di qualità dell’Ateneo, elemento di crescita a livello nazionale e un polo di conoscenza che qualifica tutta la regione“; il Rettore Pettinari si è detto “orgoglioso di poter aprire ufficialmente le porte di questa nuova struttura che ospiterà le attività dei ricercatori dei nostri due enti“.

Fonte – ANSA