Pubblicato in Gazzetta il DPCM di riorganizzazione MiBACT: autonomia per l’Ufficio del Soprintendente Speciale Sisma

La nascita della Direzione per la Sicurezza del patrimonio culturale è una scelta in linea con quanto il ministro sta portando avanti in sede internazionale dove, solo poche settimane fa, ha ribadito alla direttrice generale Unesco, Audrey Azoulay, la necessità di intervenire con protocolli e procedure ben definite a difesa del patrimonio culturale minacciato dal terrorismo, dalle calamità naturali e dagli effetti negativi del cambiamento climatico. La nuova direzione avrà due servizi: uno dedicato alle emergenze e l’altro alle ricostruzioni. “Davanti alle calamità è necessario intervenire con procedure definite per difendere il patrimonio culturale. L'Italia - ha dichiarato il Ministro Franceschini - vanta eccellenze e professionalità apprezzate in tutto il mondo. Trova così pieno rilievo istituzionale l’enorme esperienza maturata nei decenni con la messa in sicurezza e il recupero del patrimonio colpito durante conflitti, terremoti e inondazioni.”Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – DPCM 2 dicembre 2019, n. 169 – di riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, degli uffici di diretta collaborazione del Ministro e dell’Organismo indipendente di valutazione della performance.

Il provvedimento – in vigore dal 5 di febbraio – prevede una serie di novità e modifiche, tra cui il conferimento di autonomia speciale all’Ufficio del Soprintendente speciale per le aree colpite dal sisma del 24 agosto 2016 e l’istituzione della nuova Direzione Generale Sicurezza del patrimonio culturale che si occuperà di coordinare, attuare e monitorare tutte le iniziative in materia di prevenzione dei rischi e sicurezza del patrimonio culturale e di coordinare gli interventi conseguenti ad emergenze nazionali ed internazionali.

Davanti alle calamità è necessario intervenire con procedure definite per difendere il patrimonio culturale.” – ha dichiarato il Ministro Franceschini, durante la presentazione del nuovo regolamento di riorganizzazione del MiBACT  – “L’Italia vanta eccellenze e professionalità apprezzate in tutto il mondo. Trova così pieno rilievo istituzionale l’enorme esperienza maturata nei decenni con la messa in sicurezza e il recupero del patrimonio colpito durante conflitti, terremoti e inondazioni.