Amatrice: salvate 57 opere dalla chiesa di San Martino

Un intervento operato in sinergia tra MiBACT, Vigili del Fuoco, Comando Tutela Patrimonio Culturale dei carabinieri, Opificio delle Pietre Dure di Firenze e volontari della Protezione Civile, ha permesso il recupero di 57 opere presenti nella chiesa di San Martino del comune di Amatrice.

Data:
8 Ottobre 2016

Amatrice: salvate 57 opere dalla chiesa di San Martino
Recupero chiesa di San Martino - Amatrice (RI)
Vigili del Fuoco nella chiesa di San Martino – Amatrice (RI)

Un intervento operato in sinergia tra MiBACT, Vigili del Fuoco, Comando Tutela Patrimonio Culturale dei carabinieri, Opificio delle Pietre Dure di Firenze e volontari della Protezione Civile, ha permesso il recupero di 57 opere presenti nella chiesa di San Martino del comune di Amatrice.

Tra i beni salvati, ora ricoverati nel Deposito di Cittaducale della Scuola del Corpo Forestale, presenti anche:

  • un dipinto a olio rimosso da sotto le macerie dell’altare maggiore;
  • un dipinto a olio centinato con cornice dorata;
  • un paliotto su tela proveniente dalla chiesa di Moletano;
  • un cassettone della sacrestia;
  • due statue in gesso;
  • due coppie di angeli porta candele;
  • una via crucis;
  • un tabernacolo di legno dipinto;

A questi si sommano numerosi reliquiari, incisioni dipinte e un frammento di affresco, oltre a candelieri, oggetti liturgici e pianete. Raccolti e immagazzinati anche numerosi frammenti di intonaco dipinto e brani di pittura. Consegnati invece all’Archivio di Stato di Rieti i testi a stampa e le raccolte documentarie rinvenute.

Ultimo aggiornamento

18 Giugno 2020, 09:25