Progetto Art Bonus dell’anno: tra 209 in gara anche il restauro del materiale degli Archivi storici di Accumoli e di Amatrice

Ogni anno vengono selezionati dal portale istituzionale Art Bonus un centinaio di progetti; fino al 6 gennaio 2021 sarà possibile esprimere il proprio voto a favore di uno dei progetti in vetrina

Data:
19 Ottobre 2020

Progetto Art Bonus dell’anno: tra 209 in gara anche il restauro del materiale degli Archivi storici di Accumoli e di Amatrice
logo-art-bonus-2020-concorso-progetto-dell'anno-2020

Il Concorso Progetto Art Bonus dell’anno“, ideato nel 2016 da Ales S.p.A (Società responsabile del programma di gestione e promozione dell’Art Bonus per conto del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo) in collaborazione con Promo PA Fondazione – LuBeC e annualmente lanciato e promosso in occasione del Forum internazionale Lucca Beni Culturali, è un’iniziativa nata con l’obiettivo di premiare l’impegno di quanti, beneficiari e mecenati, rendono possibile attraverso l’Art Bonus il recupero e la valorizzazione del patrimonio culturale del nostro Paese, oltre che per promuovere una sempre più diffusa conoscenza della Legge c.d. Art Bonus e delle sue applicazioni come Art Bonus per il Terremoto.

Ogni anno, a fine agosto, vengono selezionati dal portale istituzionale Art Bonus circa un centinaio di progetti con raccolta fondi chiusa con successo nell’ultimo anno, per essere poi inseriti in una piattaforma dedicata al concorso – www.concorsoartbonus.it – dove anche quest’anno, e fino al 6 gennaio 2021, sarà possibile esprimere il proprio voto a favore di uno dei progetti in vetrina.

Materiale-documentario-degli-Archivi-storici-di-Accumuli-e-Amatrice-danneggiati-dal-sisma-2016-Concorso-Art-Bonus

Tra i 209 progetti in concorso quest’anno, per la V edizione del 2020 è stato selezionato anche il progetto di Restauro del materiale degli archivi storici di Accumoli e Amatrice, a cura di questo ufficio, insieme a ICPAL – Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro.

Particolarità di questo intervento è l’essere dedicato al materiale documentario, cartaceo e fotografico, recuperato dagli archivi storici dei Comuni di Amatrice ed Accumoli in seguito al terremoto del 2016 che ha gravemente colpito questi luoghi.

ARCHIVI-STORICI-DI-ACCUMOLI-E-AMATRICE (3)

La storia di questi territori sismici è fortemente contrassegnata da “vuoti” documentari. In questi archivi storici comunali infatti non è possibile trovare la documentazione che precede il 1703, anno in cui questi luoghi furono colpiti in maniera devastante da un terremoto. In questa prospettiva un trait d’union importante tra il prima e il dopo è rappresentato proprio dai materiali conservati negli archivi storici.

I documenti salvati quindi testimoniano la storia di due comunità, Amatrice e Accumoli distrutte dall’ultimo evento sismico. I documenti ci restituiscono le tracce dell’identità delle persone che vi hanno vissuto e che sono state l’anima di un territorio. Recuperare e restaurare tale materiale vuol dire conservare e restituire a tutti la memoria collettiva di queste comunità.

Gli Archivi storici di Accumoli e Amatrice Lazio_INTERVENTI REGIONE LAZIO_ART BONUS

Se ritieni questo intervento meritevole di vincere il Concorso ti invitiamo a votarlo qui.

Ultimo aggiornamento

19 Ottobre 2020, 12:35