Marche: recuperate opere nelle provincie di Macerata e Ascoli Piceno

Squadre di rilevamento danni MiBACT,  insieme a vigili del fuoco, Protezione Civile e carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, hanno posto in sicurezza durante il fine settimana numerose opere conservate nella Pieve di Santa Maria Assunta di Ussita (provincia di Macerata) e nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Folignano (provincia di Ascoli Piceno).

Data:
7 Novembre 2016

Marche: recuperate opere nelle provincie di Macerata e Ascoli Piceno

Terremoto-Centro-ItaliaSquadre di rilevamento danni MiBACT,  insieme a vigili del fuoco, Protezione Civile e carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale, hanno posto in sicurezza durante il fine settimana numerose opere conservate nella Pieve di Santa Maria Assunta di Ussita (provincia di Macerata) e nella chiesa di Santa Maria delle Grazie a Folignano (provincia di Ascoli Piceno).

Tra le diverse opere e gli arredi liturgici rimossi e ricoverati in deposito, si segnalano:

  • cinque tele del primo Settecento con immagini sacre
  • una scultura in pietra raffigurante il Cristo dell’XI secolo
  • una tela raffigurante il Cardinale Pietro Gasparri  della seconda metà del XIX secolo
  • un trittico olio sui tavola raffigurante “Madonna con il Bambino, Santa Caterina e San Cipriano” attribuito a Pietro Alemanno e datato 1478
  • un dipinto olio su tela raffigurante “Madonna di Loreto e San Ciprino” attribuito a Nicola Monti e datato 1765
  • quattordici stazioni della Via Crucis in terracotta attribuite a Emidio Paci e databili alla prima metà del XIX secolo.

Ultimo aggiornamento

23 Giugno 2020, 09:08