Norcia: firmato l’accordo di sponsorizzazione di ENI per la Basilica di San Benedetto

L'apporto di ENI del valore di 5MLN di Euro prevede l'assistenza nell’attività di project management dell’intero intervento

Data:
26 Gennaio 2021

Norcia: firmato l’accordo di sponsorizzazione di ENI per la Basilica di San Benedetto

Sottoscritto l’Accordo di sponsorizzazione per la ricostruzione della Basilica di San Benedetto a Norcia tra ENI, MiBACT – Direzione Generale Sicurezza del Patrimonio culturale, Commissario straordinario per la ricostruzione dei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche. Umbria, Arcidiocesi di Spoleto – Norcia.

Pari ad un importo di cinque milioni di euro, l’intervento di sponsorizzazione tecnica di ENI riguarderà attività di assistenza al Ministero dei beni culturali nell’attività di project management dell’intero intervento, oltre alla realizzazione (a propria cura e spese) di uno o più lotti funzionali dei lavori fino alla concorrenza dell’importo finanziato, al fine di velocizzare al massimo il recupero della Basilica di San Benedetto “simbolo” del terremoto che ha colpito l’Italia centrale nel 2016, la cui ricostruzione vuole porsi ora come significativo segnale della ripresa di attività – anche imprenditoriale – nelle aree terremotate.

BASILICA DI SAN BENEDETTO NORCIA - Intelaiatura facciata fronte post sisma 2016

Ad oggi il MiBACT – impegnato attraverso l’Uss-Sisma 2016 (l’Ufficio del Soprintendente speciale per le aree colpite dal sisma del 24 agosto 2016) e la Soprintendenza ABAP Umbria – ha realizzato la completa messa in sicurezza dell’edificio, l’approntamento delle opere di cantierizzazione, le indagini preliminari all’intervento di restauro della Basilica. Per un totale di spesa di 2.038.144,00 di euro.

In qualità di soggetto attuatore l’Uss-Sisma 2016, inoltre, ha indetto una gara per l’affidamento della progettazione dei lavori di restauro vinta da un raggruppamento di imprese tra le quali: Comes, Berlucchi studio associato, G.M.Engineerind e altri liberi professionisti. Sulla base di questo progetto si svolgeranno, sotto il controllo scientifico e tecnico del MiBACT, tutti i lavori previsti – anche con il coordinamento di uno Steering Committee, cui parteciperanno sia ENI che il Ministero dei beni culturali.

Per l’intero intervento di restauro, recupero e ripristino della basilica (nell’Ordinanza n.38 dell’8 settembre 2017 del Commissario straordinario) era stato previsto un importo di dieci milioni di euro, di cui sei messi a disposizione dalla Comunità Europea (POR FESR 2014-2020) e quattro a valere sul fondo per la ricostruzione delle aree terremotate.

Sul modello di questa sponsorizzazione tecnica, il Commissario straordinario per la ricostruzione nei territori delle regioni del cratere sisma 2016 ha già annunciato che vorrà individuare altri casi di significativi interventi su monumenti fortemente danneggiati perché la sinergia pubblico-privato diventi una consuetudine nel processo di salvaguardia del nostro Patrimonio culturale.


L’impegno di ENI

ENI ha dato ampie garanzie per lo svolgimento del suo ruolo di impresa tecnologicamente avanzata nel sostenere un intervento di alto valore culturale e scientifico, sul modello di quanto già sperimentato e grazie alle competenze maturate nella sponsorizzazione tecnica per il restauro della Basilica di Collemaggio a L’Aquila.

ENI ha anche assunto l’impegno di curare in particolar modo la comunicazione relativa all’intero intervento al fine di aggiornare i cittadini sullo sviluppo dei lavori e renderli sempre più partecipi del recupero della loro Basilica. In tal senso verranno organizzati, nel corso dei lavori – come già successo per la presentazione del progetto il 22 dicembre 2020 con un video-mapping installato sulla piazza di San Benedetto a Norcia – eventi nel rispetto della scaralità dei luoghi, nei modi di volta in volta concordati con il Ministero e con l’Ente proprietario.

Sottoscritto l’Accordo di sponsorizzazione per la ricostruzione della Basilica di San Benedetto a Norcia tra ENI, MiBACT - Direzione Generale Sicurezza del Patrimonio culturale, Commissario straordinario per la ricostruzione dei territori delle regioni Abruzzo, Lazio, Marche. Umbria, Arcidiocesi di Spoleto - Norcia.

Per la realizzazione di questo intervento c’è il pieno consenso dell’Ente proprietario, l’Arcidiocesi di Spoleto Norcia, firmataria dell’accordo, con la quale la Soprintendenza ABAP dell’Umbria e l’Uss-Sisma 2016 hanno fin dalle prime fasi dell’emergenza stabilito un proficuo e continuo confronto per le scelte da intraprendere.

Ultimo aggiornamento

26 Gennaio 2021, 11:07