The Norcia Live Stones – Eni per la rinascita della Basilica di San Benedetto di Norcia

Eni racconta le varie fasi della ricostruzione; una narrazione che condotta attraverso l’utilizzo di Live Stones, pietre digitali e multimediali realizzate con pannelli LED poste in loco della Basilica

Data:
22 Febbraio 2022

The Norcia Live Stones – Eni per la rinascita della Basilica di San Benedetto di Norcia

In passato Eni è stata già parte attiva di importanti interventi di ricostruzione: quello sul Duomo di Milano, il ripristino del prospetto principale della Basilica di San Pietro e il più recente lavoro di ricostruzione della Basilica di Collemaggio a L’Aquila.

Il 18 gennaio 2021, ENI stipula un accordo di sponsorizzazione con il Ministero della Cultura, il Commissario per la ricostruzione post sisma 2016 e l’Arcidiocesi di Spoleto-Norcia. In qualità di sponsor tecnico, svolge attività propedeutiche al restauro e supporto nel project management dell’intero intervento sulla Basilica di San Benedetto di Norcia, realizzando a propria cura uno o più lotti dell’operazione complessiva; nel corso del 2021, si è occupata della selezione e catalogazione degli elementi lapidei del Portico delle Misure, dell’Arco Gotico, del Campanile e della Cripta.

The Norcia Live Stones – la comunicazione verso il territorio

the living stone- eni-ricostruzione-basilica-norcia
Info Stone
Fonte foto – Eni

Con l’accordo e per tutta la durata dell’intervento di ricostruzione, ENI si è impegnata a portare avanti anche una comunicazione verso il territorio in modo da tenere aggiornata la comunità sull’andamento delle attività. Per fare questo è stato definito un progetto di comunicazione strutturato e integrato dal titolo “The Norcia Live Stones”, un racconto vivo e innovativo che lega tutte le sfaccettature connesse all’attività di ricostruzione della Basilica: spirituale, sociale, culturale e politica.  

The Norcia Live Stones  nasce con l’obiettivo di raccontare, alla comunità locale e a tutti in generale, le varie fasi della ricostruzione. Un narrazione condotta attraverso l’utilizzo di Live Stones, pietre digitali e multimediali realizzate con pannelli LED, chiamate così perché hanno la stessa forma delle pietre della Basilica e sono “vive”, in grado di comunicare attraverso suoni, immagini e video.

La struttura del progetto è costituita da tre elementi distinti e in costante dialogo tra loro:

  • Il Cantiere della Comunicazione*
  • La Live House*
  • La Info Stone

*di prossima apertura

living stone-double-interna-ricostruzione-basilica-norcia
Info Stone
Fonte foto – Eni

Il Cantiere della Comunicazione è pensato come un cantiere ancillare a quello della Basilica ma virtuale, in cui il visitatore può muoversi in prima persona tra decine di pietre vive dislocate tra i macchinari della fabbrica. I due cantieri saranno lo specchio uno dell’altro. Per ogni pietra rimessa al suo posto originale nel cantiere della Basilica, ci sarà una pietra viva del Cantiere della Comunicazione che racconterà un episodio specifico della ricostruzione.

La Live House, uno spazio fisico, dove la cittadinanza potrà informarsi sul progetto e assistere alla presentazione di ogni nuova Live Stone.

L’Info Stone, pietra viva che sarà posizionata nei pressi della Basilica con il compito di informare periodicamente sull’avanzamento dei lavori e sulle attività del Cantiere della Comunicazione.

A scandire il progetto anche alcuni eventi di celebrazione di momenti significativi nel corso dell’anno.

Ultimo aggiornamento

22 Aprile 2022, 11:04