Recuperata e inaugurata la Torre Civica di Norcia grazie ad Art Bonus per il Terremoto e Fondazione Brunello Cucinelli

Giuseppe Conte: "Governo fortemente impegnato"; Dario Franceschini "preziosa partnership pubblico-privato"; Brunello Cucinelli: "Norcia rinasce nella sua torre campanaria"

Data:
9 Dicembre 2020

Recuperata e inaugurata la Torre Civica di Norcia grazie ad Art Bonus per il Terremoto e Fondazione Brunello Cucinelli

Inaugurato nel giorno dell’Immacolata il restauro della Torre Civica del palazzo comunale di Norcia, un intervento reso possibile grazie ai finanziamenti ottenuti attraverso lo strumento dell’Art Bonus, senza dimenticare il contributo di Brunello Cucinelli – con la sua Fondazione – e di Marc Benioff.

La Torre Civica e il palazzo comunale erano stati resi inagibili a seguito delle violente scosse di terremoto che hanno colpito il Centro Italia a partire dal 24 agosto del 2016; poste in sicurezza le due strutture, vengono avviate le fasi propedeutiche ai lavori di restauro e di adeguamento sismico per scongiurare il pericolo di crollo che hanno interessato in particolare la cella campanaria. Nel frattempo, già nella scorsa estate le quattro campane della torre erano tornate a Norcia, per essere montate all’interno della cella campanaria.

Ritorno campane a Norcia
Un momento durante le fasi di
ricollocamento delle campane

Tra coloro intervenuti ieri durante il lieto evento anche il Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte e il Ministro dei beni culturali, Dario Franceschini, (entrambi con un videomessaggio) e il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno.

Ci sono tutti i presupposti affinché in primavera la ricostruzione possa finalmente decollare“, riferisce il Premier Conte nel suo videomessaggio proiettato in piazza San Benedetto, sottolineando nel corso di questi come sia stato posato un altro mattone sul processo di ricostruzione dei territori colpiti dal sisma del centro Italia per il quale il Governo è fortemente impegnato.

Il videomessaggio del Presidente Conte riportato da ANSA

E’ un momento importante” – ha detto ancora Conte – “non solo per Norcia e i suoi abitanti ma per tutto il centro Italia duramente colpito dal sisma quattro anni fa. La storia di questo restauro traccia un percorso virtuoso nel solco dei valori dell’operosità benedettina e a me piace il riferimento di Brunello Cucinelli a Norcia come alla ‘cittadella dell’anima e dello spirito’, capace in questa occasione di stimolare gli stessi lavoratori della sua azienda che hanno proposto, impegnandosi anche economicamente, il restauro della torre. Questo slancio solidale dal basso ha trovato terreno fertile in chi crede nella preziosa partnership pubblico-privato e nella responsabilità sociale dell’impresa. Un tema a me molto caro. Brunello Cucinelli con la sua azienda, fiore all’occhiello del made in Italy nel mondo, ha sempre coltivato questo spirito. Rinnovato con il suo prezioso contributo alla realizzazione di quest’opera“.

E’ una gioia rivedere la torre civica di Norcia” dice il Ministro Dario Franceschini, rivendicato il risultato nella norma dell’Art Bonus che consente di far giungere donazioni private verso quel patrimonio storico, culturale e artistico del nostro Paese che necessita di tutela. “La Torre civica di Norcia” – a poi aggiunto – “è un altro segno della ripresa. L’impegno che dobbiamo prendere è di non dimenticare mai l’Umbria e le città colpite, anche quando i riflettori si sono spenti“.

Da Norcia lanciamo un messaggio fortissimo e concreto: ricostruire in tempi ragionevoli è possibile“, queste le parole del sindaco di Norcia Alemanno a cui fanno eco quelle di Brunello Cucinelli: “Norcia rinasce nella sua torre campanaria, simbolo vivo della città, segno particolarmente carico di gioia e di speranza per tutti noi e per il mondo intero che a noi guarda“.

Non sono mancati anche i saluti del Soprintendente Speciale per le aree colpite dal sisma del 24 agosto 2016, l’Ing Paolo Iannelli che ha osservato come il recupero della Torre Civica di Norcia sia un fruttuoso esempio di collaborazione pubblico-privato, “per la restituzione di un bene culturale alla comunità di riferimento” (testo integrale dei saluti del Sopr. Iannelli).

Video-servizio realizzato dall’ANSA per l’occasione

Maggiori informazioni nella scheda Art Bonus presente sul Sito di Riferimento.

Ultimo aggiornamento

11 Dicembre 2020, 16:49