Cantieri della Cultura: approvato il Programma ordinario dei lavori pubblici; 419 gli interventi per 24,3 MLN di Euro previsti

Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini, ha approvato il Programma ordinario dei lavori pubblici per il 2019: 24,3 milioni di euro per un totale di 419 interventi su tutto il territorio nazionale che spaziano dalla manutenzione ordinaria al restauro, alla tutela e manutenzione del patrimonio, efficientamento energetico al miglioramento conservativo e strutturale degli edifici, dall’ammodernamento della rete informatica a processi di digitalizzazione e a di interventi messa in sicurezza.

Il piano è frutto del lavoro di programmazione di tutte le articolazioni periferiche del MiBACT e degli Istituti ministeriali presenti sul territorio. I cantieri della cultura riguardano interventi nei settori dell’archeologia, delle belle arti e paesaggio, dei musei; degli istituti culturali, degli archivi e delle biblioteche.

Il Ministro MiBACT, Dario Franceschini

Il Piano Ordinario dei Lavori Pubblici” – ha dichiarato il Ministro, Dario Franceschini – “consente di effettuare interventi diffusi su tutto il territorio nazionale per la salvaguardia e tutela del patrimonio culturale. Sono interventi che vanno a migliorare la bellezza delle nostre città per rilanciare insieme al turismo lo sviluppo economico dell’Italia.”

Previsti interventi che riguardano la manutenzione, il restauro, la messa in sicurezza e la valorizzazione del patrimonio culturale anche nelle quattro regioni colpite dal Sisma Centro Italia: per l’Abruzzo la somma stanziata è di 774.075 euro, per finanziare 11 interventi; per il Lazio 3.805.936 euro, per 89 interventi; alle Marche 498.077 euro, per 13 interventi; in Umbria la somma stanziata è di 856.000 euro per 13 interventi, compresa la messa in sicurezza di una parte della Basilica di San Benedetto a Norcia.

Dettaglio Abruzzo

Tra i più rilevanti si segnalano il restauro di due fontane tratturali a Navelli (AQ), il completamento del restauro dipinti murali del XIV / XV secolo della Chiesa di Santa Maria in Cerulis a Navelli (AQ), i lavori per la realizzazione di un deposito con laboratori e servizi presso l’Abbazia di Santo Spirito a Morrone a Sulmona (AQ).

Dettaglio Lazio

Tra i più significativi si segnalano il restauro dell’area archeologica di Tres Tabernae a Cisterna di Latina (LT), la manutenzione del verde e la bonifica della vegetazione infestante di diverse siti archeologici tra cui Lucus Feroniae, la tomba di Cicerone a Formia e l’area esterna della Necropoli della Banditaccia a Cerveteri, il restauro del ciclo pittorico della Cattedrale di Santa Maria a Anagni, il restauro del catino absidale e dell’arcone trionfale della Chiesa di San Giovanni a Sacrofano e della Chiesa di San Michele a Formello, il nuovo impianto di condizionamento della Galleria Spada a Roma, il restauro dei soffitti e dei lampadari nelle sale museali di Palazzo Venezia, i nuovi percorsi museali accessibili a Villa Lante a Bagnaia (VT), i lavori di manutenzione all’Istituto Centrale per la Grafica, all’Istituto Centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario, all’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, la ristrutturazione della Sala Museo e della Sala Manoscritti alla Biblioteca Casanatense di Roma, la prosecuzione della digitalizzazione delle carte dei processi Moro all’Archivio di Stato di Roma.

Dettaglio Marche

Tra i più significativi si segnalano il recupero delle strutture e delle decorazioni del tempio criptoportico di Urbs Salvia a Urbisaglia (MC), il completamento del restauro della Casa di Terra in località Monte Magno a Monte Roberto (AN), il completamento del restauro e l’abbattimento delle barriere architettoniche alla Rocca Roveresca di Senigallia (AN), la manutenzione ordinaria dei locali e degli impianti della Biblioteca Statale di Macerata.

Dettaglio Umbria

Tra i più significativi si segnalano il restauro della Tomba di Hescanas a Porano, la messa in sicurezza di una parte della Basilica di San Benedetto a Norcia (fonte AGcult), l’adeguamento funzionale del piano nobile di Palazzo degli Oddi a Perugia, il restauro degli affreschi della Chiesa di S. Agostino a Narni, la riqualificazione e il recupero paesaggistico del Ninfeo romano di Assisi, i lavori di isolamento sismico del ciborio della Chiesa di Santa Maria Maggiore a Spello, il restauro del mosaico pavimentale e della Cappella di S. Leonardo della Chiesa di S. Maria Assunta a Spoleto, la manutenzione di Palazzo dei Consoli e del Palazzo Ducale a Gubbio e il consolidamento del Museo Archeologico Nazionale e del Teatro di Spoleto.