DL Rilancio: il Ministro MiBACT Dario Franceschini illustra le norme; cinque i miliardi previsti per il Turismo e per la Cultura

Cinque miliardi di euro per il turismo e la cultura. Il Consiglio dei Ministri ha approvato nel contesto del decreto legge Rilancio, su proposta del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo Dario Franceschini, importanti misure per il sostegno ai settori della cultura e del turismo, gravemente colpiti sin dagli inizi dell’emergenza coronavirus a causa della significativa contrazione degli arrivi internazionali a cui si sono poi aggiunte le chiusure dovute alle misure di contenimento del contagio.

Questa la conferenza stampa tenuta su Facebook dal Ministro Franceschini sul nuovo DL Rilancio:

Tutti i settori hanno sofferto duramente in questa crisi” – ha dichiarato il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini – “ma il turismo e la cultura sono quelli che ha pagato maggiormente le conseguenze dell’epidemia. Il decreto Rilancio prevede interventi per sostenere le imprese turistiche e culturali, dai crediti di imposta per gli affitti ai ristori per gli alberghi e le aziende con grandi perdite di fatturato sino all’allungamento degli ammortizzatori sociali, così come per la sanificazione e l’adeguamento delle strutture alle prescrizioni sanitarie dovute. Senza scordare la promozione turistica con fondi destinati al turismo interno a partire dal bonus vacanze, che da solo vale circa 2,4 miliardi di euro, e le tante semplificazioni come quella per i tavolini di bar e ristoranti che incentiveranno i consumi all’esterno per una ripresa più sicura“.

Il Ministro MiBACT, Dario Franceschini

L’attenta fase di ascolto delle rappresentanze delle diverse categorie della filiera turistica e di quella culturale, che insieme producono il 15% del PIL nazionale, ha portato alla elaborazione di questi provvedimenti che tengono in gran parte conto delle esigenze manifestate.

Queste le slide predisposte dal MiBACT per illustrare il dettaglio del Pacchetto norme per il Turismo e per la Cultura.

Di seguito il Comunicato Stampa.